Le sacerdotesse del dio serpente – Renata De Franco

Le sacerdotesse del dio serpente - Renata De Franco

Le sacerdotesse del dio serpente è ispirato a fatti realmente accaduti, il libro ha come sfondo l’arcipelago indonesiano, crocevia di culture, religioni, popoli e civiltà che, nei secoli, hanno lasciato una traccia del proprio passaggio con credenze, miti e stili di vita diversi.

Un territorio rigoglioso e maestoso, con le sue inestricabili giungle, pianure alluvionali, imponenti montagne e minacciosi vulcani […] e di fronte a una natura potente, ma spesso crudele, le popolazioni più povere e arretrate non hanno potuto fare a meno di affidarsi a pratiche magiche, a riti tribali e agli spiriti della natura stessa” (fonte: Le sacerdotesse del dio serpente).

Il libro presenta “storie di vita e di morte reali e i riti tribali” praticati decenni fa e ancora svolti in alcune zone dell’Indonesia. Uno fra tutti quello delle bambine spose degli spiriti della foresta, offerte dai genitori per ingraziarseli, che riguarda l’area del sud-est asiatico e l’India. Queste bambine non potranno fare ritorno al villaggio, dovranno vivere isolate e senza poter parlare con nessuno, muovendosi solo per nutrirsi e lavarsi. Sebbene siano rispettate dagli abitanti del villaggio, sono obbligate a una vita di solitudine e condannate a un destino atroce.

Un libro fondamentale e divulgativo che presenta una ricerca in ambito antropologico e sociologico attraverso un linguaggio che si rivolge a un ampio pubblico di lettori.


Renata De Franco è una studiosa delle dinamiche sociali e ha realizzato in passato L’enciclopedia delle problematiche sociali in 12 volumi, nata come ideale proseguimento della Encyclopedie illuminista di Diderot e D’Alembert. Da essa sono stati tratte le tematiche per lo sviluppo dell’opera Le sacerdotesse del dio serpente, edito da Rainflowergallery, e disponibile nella versione e-book, in italiano e nella traduzione in inglese, sugli store on line Kobo, Feltrinelli e Mondadori. La versione cartacea è disponibile invece sul sito della casa editrice.